sabato 11 febbraio 2017

Recensione Oukitel C5 Pro: un ottimo "muletto" da 79 euro con la sicurezza di Amazon Prime





Sono passati più di 10 giorni dalla pubblicazione del mio articolo sulle prime impressioni di Oukitel C5 Pro e in tutto questo tempo ho utilizzato lo smartphone come unico dispositivo Android personale e quindi ora senza indugiare oltre procediamo con la recensione completa.


Vi consiglio di leggere l'articolo in evidenza qui sopra dove ho illustrato in breve i principali difetti riscontrati (che purtroppo devo confermare in questa fase di recensione). Se pensate che alcuni di questi difetti possano risultare frustranti nell'uso quotidiano dovrete necessariamente rinunciare all'acquisto e passare a smartphone più costosi. A questo riguardo consiglio di leggere questo articolo:

Diamo dunque il via alla recensione.


Come fatto anche con i miei precedenti Galaxy Note 4Asus Zenfone 2 LaserMotorola Moto X e LG Nexus 5X e OnePlus 3 seguirò lo stesso schema con Oukitel C5 Pro.


Iniziamo:




Design, Dimensioni e peso

Lo smartphone non supera la sufficienza in nessuno di questi tre campi: il frontale è anonimo con cornici generose (che fortunatamente ospitano i tasti softtouch così almeno si recupera un po' di spazio) mentre la parte posteriore presenta una cover removibile di dubbio gusto, molto "tamarra". Infine, per essere uno smartphone da 5 pollici con una minuscola batteria da 2000 mAh è decisamente pesante.

Il prezzo di Oukitel C5 Pro fa dimenticare tante cose ma su questo aspetto abbiamo sicuramente a che fare con una "cinesata". Prendere o lasciare.

Voto: 5

Materiali

Per chi non conoscesse il mio stile di recensione, in questa sezione parlo anche della scheda tecnica e non in base al rapporto qualità/prezzo ma di come queste permettano o meno un esperienza d'uso soddisfacente o meno.

Ebbene, a livello di potenza "pura" sono passato da OnePlus 3, uno degli smartphone più potenti in circolazione a Wileyfox Swift 2 Plus e infine a questo Oukitel C5 Pro ed ho avuto un ulteriore conferma di come Android stock non necessita poi di chissà quali risorse per funzionare bene.

2 GB di RAM e 16 GB di storage espandibili (supportati fino a 32 GB ma attualmente sto utilizzando una Kingston 64 GB classe 10 UHS-1 senza problemi) sono difficili da trovare su uno smartphone da 80 euro, oltretutto venduto su Amazon. Batterò spesso su questo punto perché è vero che su Gearbest potreste trovare lo Xiaomi Redmi 4A in offerta a meno di 90 euro, ma qui c'è la garanzia di Amazon...oltre alla banda 20 e ad un'interfaccia stock pronta all'uso, ma qui approfondiremo più avanti.

Lo smartphone si presenta con una batteria removibile, un aspetto molto interessante che almeno in parte fa dimenticare la scelta di Oukitel (famoso per utilizzare batterie enormi sui propri smartphone) di inserire una batteria da soli 2000 mAh.

Ovviamente a qualcosa si deve rinunciare e Oukitel ha vistosamente sacrificato display e fotocamere. Il pannello trattiene una quantità impressionante di impronte mentre i due sensori fotografici sono scadenti anche con condizione di luce perfette. E poi, c'è ancora l'applicazione Fotocamera tipica degli smartphone Mediatek, vecchia di anni. Il comparto fotografico è assolutamente bocciato. Non è una questione di megapixel perché anche a 5 MP, quindi senza interpolazione, le foto sono troppo scadenti.

Il display ha una buona resa cromatica e devo dire, anche dei buoni angoli di visione, ma chiaramente con un trattamento oleofobico assente o quasi, è tutto vanificato.

Tuttavia, Oukitel è uno dei pochi produttori cinesi ad inserire la banda 20 sui propri smartphone (fondamentale per chi come il sottoscritto usa Wind come operatore telefonico). C'è anche la radio FM.

Lo smartphone si comporta molto bene nel mio consueto uso stress composto da molte notifiche via email, dal gruppo di lavoro su Facebook e Skype, molta navigazione con Chrome, Twitter, Youtube e utilizzo multimediale con Netflix e Google Play Film. Non soffre di surriscaldamento e non ha mai rallentamenti.

Insomma, per un utilizzo come il mio si comporta molto bene, oserei dire anche meglio di alcuni smartphone ben più costosi. Ma se avete bisogno di scattare delle belle foto, volete utilizzare giochi pesanti con un frame rate elevato o volete un bel display dovrete dirigervi altrove.

Sufficienza meritata, con un punto in più per la presenza di 2 GB di RAM e 16 GB di storage, in una fascia di prezzo dove girano ancora smartphone con 1 GB di RAM e gli inaccettabili 8 GB di memoria di archiviazione.

Voto: 7


Oukitel C5 Pro può essere acquistato qui:





Audio

Potente ma gracchiante, come nella maggior parte dei prodotti "cinesi". Meglio in chiamata che nell'uso multimediale.

Voto: 6

Fluidità

E qui un po' è stato già messo in evidenza nei precedenti paragrafi e nell'articolo sulle prime impressioni. Questo è a mio avviso il punto di forza dello smartphone. Da uno smartphone low cost da 80 euro non ci si aspetterebbe una fluidità simile. Nel mio utilizzo standard ricorro spesso ad un multitasking "aggressivo" ma Oukitel C5 Pro regge alla perfezione.

Voto: 8


Oukitel C5 Pro può essere acquistato qui:




Autonomia

2000 mAh sono pochi, ma il consumo è ben ottimizzato e riesco a raggiungere quasi sempre le 4 ore di display attivo con il mio utilizzo. L'indicatore della percentuale di carica sembra tarato male: passa dal 100 al 50% molto rapidamente mentre dal 50% al 15% con una maggiore lentezza.

In ogni caso, non è uno smartphone da acquistare per l'autonomia. Una giornata di uso moderato è alla portata, ma con un uso più intenso non arriverete ad ora di cena.

In compenso la batteria è removibile quindi si può aggirare (seppur parzialmente) questo ostacolo.

Voto: 5

Sistema operativo e interfaccia 

Android 6.0.1 Marshmallow con le patch di sicurezza di dicembre 2016 e un'interfaccia stock. Purtroppo quest'ultima è talmente stock che sono rimaste le vecchie applicazioni della fotocamera, della galleria e dei messaggi che si porta dietro Mediatek.

Pur essendoci una versione abbastanza recente di Android (su prodotti di questo genere è facile avvistare ancora Android 5.1 Lollipop), mancano alcune funzionalità che dovrebbero esserci: la funzionalità "Trasmetti" per il mirroring del display su Chromecast e l'ambient display. La mancanza di quest'ultima unita alla mancanza di un led di notifica può rendere l'esperienza d'uso frustrante per chi riceve molte notifiche. Inoltre per la prima volta in uno smartphone con CPU Mediatek, manca il doppio tap per risvegliare il display.

Apprezzabile la mancanza di personalizzazioni inutili che appesantiscono il sistema, ma Android 6.0.1 Marshmallow garantisce delle funzionalità che qui mancano.

Insomma, come direbbe Andrea Galeazzi, "bene...non benissimo".

Voto: 5,5






Applicazioni di sistema

Praticamente è Android stock senza bloataware di ogni sorta. Su smartphone "cinesi" non è raro vedere app di terze parti che nel migliore dei casi appartengono alla categoria "spam" e nel peggiore contengono dei virus. Oukitel C5 Pro è completamente "pulito". Avrei dato un 8 ma ci sono delle vecchie applicazioni (Messaggi, Galleria e Fotocamera) che non si possono più vedere su Android

Voto: 7


Oukitel C5 Pro può essere acquistato qui:



Connettività

C'è quasi tutto, inclusa la banda 20 e la radio FM. Manca il led di notifica e NFC. Tuttavia la ricezione è scarsa, in zone dove con altri smartphone (sempre con Wind) prendo tranquillamente 4G pieno, con Oukitel C5 Pro rimango in 3G. Scarso anche il segnale Wifi che a brevi distanze dal router perde quasi la metà del segnale. Ho poi usato in un occasione il GPS (ed ero nel centro di Verona, non in un borgo sperduto) e ha perso più di una volta "la bussola".

Come la stragrande maggioranza di "cinesate" di fascia bassa, a livello di segnale e ricezione non ci siamo. Ma anche qui torniamo a parlare di uno smartphone che con 80 euro ti fa comunque navigare in 4G (sono riuscito a collegarmi alcune volte alle reti LTE di Wind, ma solo dove il segnale è forte e stabile).

Voto: 5

Dotazione di sistema

Smartphone, manualistica, cover in silicone e pellicola preapplicata. Per essere uno smartphone da meno di 100 euro la dotazione è fin troppo "generosa". La pellicola potete tenerla perché togliendola vi ritrovereste comunque con lo smartphone pieno di impronte quindi, vedete voi.

Voto: 8


Prezzo 

10 e lode. Qui c'è poco da dire: uno smartphone fluido con  2 GB di RAM, 16 GB di storage, Android 6.0.1 con la spedizione Amazon Prime a 79 euro è qualcosa di notevole: i limiti ci sono, ma parliamoci chiaro: date un'occhiata a cosa propongono Samsung, LG e Huawei a 80 euro.

Voto: 10


Voto finale: 6,65

Nonostante alcuni difetti non da poco, questo smartphone si merita una sufficienza piena perché nell'uso quotidiano si comporta bene ed ha un buon indice di affidabilità, al di là della fascia di appartenenza perché se avessi giudicato l'intera recensione in base al prezzo, il voto sarebbe un 8 pieno.

D'altronde problemi di oleofobicità sono stati riscontrati perfino su Huawei P8 Lite 2017 (che costa 249 euro al day one) mentre per quanto riguarda il comparto fotografico per avere risultati soddisfacenti bisogna salire comunque di fascia.


Oukitel C5 Pro può essere acquistato qui:


Come ho scritto su Amazon, è uno smartphone che consiglio a chiunque fosse alla ricerca di un "muletto", uno smartphone di scorta o per un prodotto robusto per farci giocare i bambini (con giochi leggeri).

Potrei aver tralasciato qualche aspetto in questa recensione. Per qualsiasi dubbio o domanda su questioni che mi sono sfuggite lasciate un commento qui sotto.

Vi invito anche ad iscrivervi su