martedì 22 marzo 2016

Recensione iPhone 5 (iOS 9.3)


Come ormai ben saprete, ieri oltre al nuovo iPhone SE è stato presentato e rilasciato anche iOS 9.3. L'ho già installato sul mio iPhone 5 e oggi farò la recensione di questo smartphone con l'ultima versione di iOS a bordo.

Se vi steste chiedendo se vale la pena di fare una recensione del genere, la risposta è si, perché in questo articolo vi spiegherò anche dove acquistare un iPhone 5 ricondizionato (classe A), praticamente identico al nuovo a meno di 200 euro. Per cui la recensione che farò è pensata per chi magari vuole avvicinarsi per la prima volta al mondo Apple, senza spendere un capitale.

Ho già scritto un articolo con le mie impressioni relative al passaggio da Android ed iOS e fondamentalmente da iOS 9.2 alla versione 9.3 sotto questo aspetto nulla è cambiato.

Come di consueto seguo la solita scaletta che ho usato anche con Galaxy Note 3 NeoMotorola Moto XAsus Zenfone 2 Laser ZE500KL ed altri smartphone/tablet. Cominciamo:

 
Design, Dimensioni e peso

Sotto questo aspetto iPhone 5 è promosso a pieni voti perché oggettivamente il design è piacevole e lo smartphone da sempre punta sulla qualità dell'assemblaggio e dei materiali. Le dimensioni sono molto ridotte a causa del display da soli 4 pollici.

Questo è probabilmente l'aspetto sul quale un futuro acquirente di un iPhone precedente al "6" deve riflettere molto: in tutta onestà ho trovato frustrante il passaggio dai 5,2 pollici del mio Nexus 5X ai 4 pollici di iPhone 5. 

C'è da dire che il mio utilizzo dello smartphone è prettamente multimediale per cui ho trovato quasi impossibile utilizzare servizi come Google Play Movies e Netflix e molto scomoda la navigazione su Chrome e la lettura di libri su Google Play Books.

C'è poi da considerare anche il discorso della tastiera abbastanza piccola su una superficie da 4 pollici per cui se mandate molti messaggi su Whatsapp e siete abituati ad uno smartphone con display superiore ai 5 pollici probabilmente accuserete il colpo nel passaggio ad iPhone 5.

Diverso è se utilizzate lo smartphone per molte telefonate (magari anche lunghe) dato che il peso estremamente ridotto rende piacevole l'ergonomia. Oltretutto anche in mobilità potrete utilizzarlo con una sola mano e questo lo rende incredibilmente pratico e maneggevole. 

Insomma, per come la vedo io, l'iPhone è molto phone, ma poco smart...non è uno di quegli smartphone che ti fanno risparmiare di accendere il PC o di utilizzare un tablet quando siete a casa, ma è sicuramente lo smartphone che vorreste avere quando riceverete una telefonata mentre siete in fila al centro commerciale con le mani occupate.

Voto: 6

Materiali

In questo caso i segni del tempo sono molto evidenti nell'analisi della scheda tecnica. C'è da dire che iOS è un sistema operativo che nasconde molto bene i limiti hardware di questo iPhone 5. 

Indubbiamente però la mancanza del Touch ID, del 3D Touch, la presenza di un solo GB di memoria RAM ed un processore di vecchia generazione (32 bit) oltre ad una fotocamera decisamente superata, rende questo smartphone un po' superato rispetto ad un più moderno iPhone 6S. 

D'altro canto se state leggendo questa recensione vuol dire che state cercando uno smartphone economico quindi è inutile lanciarsi in paragoni assurdi tra uno smartphone di tre anni fa e il top di gamma del 2015.

Quello che dovreste chiedervi è: vale la pena spendere circa 200 euro per un iPhone 5 quando con Android allo stesso prezzo si trovano prodotti nettamente superiori a livello hardware? 

Onestamente la mia risposta personale sarebbe "no" se la vostra intenzione è quella di comprare un iPhone 5 come unico smartphone, perché al di là del discorso Android vs iOS c'è il limite del display da 4 pollici che non lo rende adatto per qualsiasi tipo di utilizzo.

Discorso completamente diverso se cercate un secondo smartphone da usare come muletto o volete provare il mondo iOS o se state valutando il passaggio a Windows 10 Mobile perché nel bene e nel male App Store e iTunes battono Windows Store 100 a 0 e lo dico a malincuore dato che Windows 10 Mobile come OS mi piace davvero molto, ma su Windows 10 Mobile mancano troppe applicazioni, mentre il passaggio da Android ad iOS è quasi del tutto indolore.

Considerando questi aspetti, non mi sento di dare la sufficienza in questo punto. 

Voto: 5

Audio

Molto potente l'audio dello speaker, non particolarmente soddisfacente l'audio in cuffia. Tra l'altro ho avuto anche dei problemi di sincronizzazione con i miei auricolari wireless, difetto che ad esempio non si è mai verificato con il mio Nexus 5X. Per un utilizzo multimediale l'audio non l'ho trovato particolarmente gradevole, ma per chi non cerca il cosiddetto "pelo nell'uovo" non si troverà male sotto questo aspetto con iPhone 5

Voto: 6

Fluidità

Gli iPhone sono degli smartphone molto particolari che agli occhi di un utente abituato a dispositivi Android di fascia alta, sembrano sempre "lenti" negli effetti di transizione, nel multitasking e nell'avvio delle applicazioni. Ma in realtà il comportamento di iPhone 6S è identico a quello di iPhone 5 con iOS 9.3 quindi non è tanto un discorso di velocità quanto di impostazioni proprie di iOS. Questi effetti possono non piacere ma ciò non toglie che il sistema generale sia molto fluido e che non ci sono mai impuntamenti, crash e cose varie. Per cui sotto questo aspetto l'iPhone è promosso a pieni voti.

Voto:8

Autonomia

Chi mi segue da tempo nelle mie recensioni sa che per me l'autonomia è l'aspetto più importante: uno smartphone che non regge la giornata stress è da bocciare. 

Purtroppo l'iPhone 5 non sopporta neppure mezza giornata stress e nemmeno una giornata piena con risparmio energetico e utilizzo moderato.

Parliamoci chiaro: l'iPhone 5 avrà sempre bisogno di essere accompagnato da un power bank al quale dovrete attingere un paio di volte al giorno per evitare di rimanere a piedi nel momento del bisogno. Per cui...

Un esempio: dopo un'ora scarsa di Netflix con modalità risparmio energetico attivo e smartphone ricaricato al 100%, l'iPhone 5 mi si è spento con una carica residua del 7%. Tra l'altro poi l'impossibilità di utilizzare lo smartphone quando è scarico del tutto, anche se sotto carica, è decisamente frustrante.

Voto: 2

Sistema operativo e interfaccia 


IOS nel bene e nel male è sempre lo stesso a livello estetico da diverse versioni. Il passaggio dalla versione 9.2 alla 9.3 è quasi impercettibile e l'unica novità particolarmente interessante (qui su Agemobile il mio articolo dettagliato su tutte le novità di iOS 9.3) relativa alla modalità notturna non è stata implementata su iPhone 5 e iPhone 4S.

Comunque, avere a bordo l'ultima versione di iOS tramite aggiornamento OTA pochi minuti dopo la presentazione, e su uno smartphone vecchio di tre anni e nemmeno più in vendita negli Apple Store è qualcosa che nel mondo Android non esiste e non esisterà mai per ovvi motivi e questo secondo me è il più grande vantaggio di Apple rispetto ad Android.

Ovviamente però teniamo sempre conto di un aspetto: i dispositivi che Apple deve aggiornare si contano sulle dita di una mano, quelli basati su Android sono ormai un'infinità e su ognuno di essi c'è un grado di personalizzazione diversa, per cui le battutine e i sorrisetti fatti durante il keynote relativi al 2% di market share di Android Marshmallow (su Androidblog il mio articolo dettagliato) li ho trovati abbastanza stupidi e di cattivo gusto, ma ormai prendere in giro la concorrenza è diventata un'abitudine. Ce ne faremo una ragione.

Avere l'ultima versione di iOS a bordo garantisce ad iPhone 5 una longevità notevole e questo lo rende un dispositivo ancora interessante per l'acquisto.

Personalmente non apprezzo nulla dell'interfaccia di iOS e trovo davvero particolarmente fastidiosa la mancanza di un tasto softtouch Back, così come quella del pulsante Recenti. La mancanza di personalizzazione di iOS per un utente Android smanettone è snervante. D'altro canto è proprio questa che rende possibile aggiornare l'intero parco di dispositivi in poche ore dal rilascio di un update.

Voto: 6

Applicazioni di sistema

Ho assegnato tantissimi punteggi insufficienti in questo paragrafo nelle mie recensioni, perché la maggior parte dei produttori inserisce un sacco di applicazioni inutili. In questo caso devo assegnare lo stesso un punteggio insufficiente, ma per un motivo completamente opposto.

Manca tutto, o almeno, quello che un utente Android si aspetta di trovare. Non c'è nemmeno un file manager installato e ad oggi non ho ancora trovato la controparte iOS di un prodotto come Es File Explorer Pro per Android. Oltretutto sul mio Chromebook il trasferimento dati è particolarmente ostico perché in modalità MTP non funziona ma solo in modalità PTP quindi solo per trasferire foto.

Insomma, appena acceso lo smartphone bisogna andare su App Store e scaricare di tutto, anche applicazioni che dovrebbero essere già presenti a mio avviso sullo smartphone. E il trasferimento dati (la famosa migrazione) non è particolarmente semplice, nemmeno per un utente smanettone come me. Troppe dipendenze da iTunes, ma non tutti hanno un Mac in casa, ed Apple fa finta di non saperlo.

Voto: 5

Connettività

Il peso degli anni si fa sentire. Le bande LTE supportate sono davvero poche, il Bluetooth è solo 4.0, mancano Wi-fi Direct, NFC, sensore di impronte, DLNA. E per uno smartphone che non punta certo al trasferimento dati tramite cavi USB, sono mancanze abbastanza serie.

Voto: 5

Dotazione di sistema


Il minimo indispensabile. Senza infamia e senza lode.

Voto: 6

Prezzo 



199 euro per un modello ricondizionato Classe A da TC Innovation. Per maggiori informazioni su questo ecommerce vi invito a leggere questo articolo: http://www.alessiofasano.com/2016/03/tcinnovation-esperienza-opinioni-ecommerce.html

Per quanto riguarda il ricondizionamento Classe A, vi posso garantire (perché l'ho acquistato anche io in questa modalità) che lo smartphone sembra nuovo:



Voto: 8

Voto finale: 5,1

IPhone 5 è uno smartphone che paga il peso degli anni e un'autonomia a dir poco ridicola. Con un powerbank e con poche pretese però a meno di 200 euro si compra uno smartphone che viene trattato da Apple come un top di gamma.

IPhone 5 Ricondizionato Classe A è consigliato a:

  • chi vuole avvicinarsi per la prima volta al mondo Apple
  • chi cerca un secondo smartphone economico ma non vuole prodotti "cinesi" o di fascia media Android
  • chi vuole a tutti i costi un dispositivo "della mela" pur non potendo permettersi l'acquisto di un iPhone 6S
  • chi non ha problemi a portarsi nella borsa un powerbank

IPhone 5 Ricondizionato Classe A è sconsigliato a:

  • chi ritiene che il display da 4 pollici sia ormai una cosa del medioevo
  • chi ha bisogno di un'ottima autonomia 
  • chi cerca un OS personalizzabile
  • chi vuole proprio tutte le funzionalità di iOS 9.3


IPhone 5 Ricondizionato Classe A può essere acquistato qui:





  • IPhone 5 Ricondizionato 24H Classe A - TCInnovation




  • Cover metallizzata iPhone - TCInnovation