giovedì 16 agosto 2018

Recensione Motorola Moto Z3 Play





Qualche giorno fa ho deciso di approfittare della promozione a 349 euro di Motorola Moto Z3 Play su Amazon per sostituire il mio Moto Z 2016 come daily driver. Lo sto utilizzando intensivamente da quattro giorni e visto che ormai ho testato più o meno tutte le funzionalità direi che si possa procedere con la recensione.

Ovviamente essendo questo il mio smartphone per uso personale ci potranno essere approfondimenti nelle prossime settimane, anche perché finora non ho ancora ricevuto nessun aggiornamento e quindi il Moto Z3 Play potrebbe migliorare ulteriormente.



Motorola Moto Z3 Play può essere acquistato qui:




Nel corso di questa recensione probabilmente chiamerò spesso in causa il mio "vecchio" Moto Z 2016 perché è uno smartphone che era difficile da sostituire, ed infatti Moto Z3 Play pur essendo migliore in alcuni aspetti non lo è in altri.

Come fatto con Xiaomi Mi Pad 4 e tutti gli altri prodotti da me recensiti anche in questo caso utilizzerò la mia tradizionale scaletta in 10 punti.

Design, Dimensioni e peso 


Rispetto ai Moto Z di prima e seconda generazione, Motorola Moto Z3 Play adotta un display da 6 pollici in rapporto 18:9. Una cosa che apprezzo molto è la mancanza del notch che considero una cosa davvero inutile sugli smartphone Android dato che spesso questa moda del momento va a rovinare la gestione visiva delle notifiche, ma non divaghiamo.

Un pannello da 6 pollici inevitabilmente comporta un aumento di peso e dimensioni. E qui oggettivamente Moto Z 2016 è molto più leggero. Tuttavia, le dimensioni dei due smartphone sono quasi identiche perché Motorola continua a seguire la strada dei Moto Mods. E quindi riducendo le cornici abbiamo uno schermo più grande.

Il design di Motorola Moto Z3 Play a me piace molto per un motivo che forse altri non apprezzeranno: le cornici laterali non sono ridotte all'osso, non sono curvate e questo oltre a migliorare l'impugnatura evitando tocchi accidentali, riduce notevolmente l'effetto "telecomando" di molti smartphone con display 18:9.

Tuttavia, in un momento in cui smartphone come Vivo Nex A/ Nex S ed Oppo Find X hanno sdoganato il concetto di full screen, sicuramente Motorola Moto Z3 Play non è uno dei dispositivi più ottimizzati nel valore screen-to-body ratio.

Se dovessi trovare un difetto, diciamo che al posto del logo Motorola sul bordo inferiore del dispositivo avrei inserito un piccolo sensore per le impronte digitali come quello di Moto G6 Plus, non tanto per lo sblocco in sé ma per la possibilità di abbinare delle gesture come quella dello spegnimento del display con un tap prolungato o semplicemente per usarlo al posto dei tasti di navigazione come accadeva con la serie Moto Z2.

Ma al di là di questo Motorola Moto Z3 Play è un dispositivo bello esteticamente, con un display grande, luminoso e contrastato che attira l'attenzione e un retro originale e perfettamente riconoscibile sia dal logo Motorola,  sia dalla fotocamera a forma di faccina, sia dai connettori dei Mods.

In definitiva mi sento molto soddisfatto in questo punto perché Motorola si è adeguata alla moda delle cornici ridotte e al rapporto di forma 18:9 senza perdere l'originalità e a questo punto dell'esclusività dei Mods. Peccato che di Mods economici ce ne siano pochi e oltretutto stanno cominciando a diventare difficili da reperire.


Voto: 9

Motorola Moto Z3 Play può essere acquistato qui:


Materiali 

Per chi non conoscesse il mio stile di recensione, in questa sezione parlo anche della scheda tecnica e non in base al rapporto qualità/prezzo ma di come queste permettano o meno un esperienza d'uso soddisfacente o meno. Tuttavia, nel caso di Motorola Moto Z3 Play non posso trascurare l'elemento prezzo. Dobbiamo partire dal presupposto che questo smartphone sia stato lanciato sul mercato a 499 euro.



Ora nonostante un bellissimo display AMOLED (che fondamentalmente è piaciuto a tutti i recensori), nonostante la presenza nella confezione di un Power Mods (il Moto Mod Turbo Power costa circa 70/80 euro online), stiamo parlando di un dispositivo che utilizza un processore Qualcomm Snapdragon 636 (fascia medio-bassa), una fotocamera senza OIS e senza grandangolo, niente certificazione per resistenza ad acqua e polvere, niente audio stereo e manca perfino la bussola. Si, perché utilizzando l'app Test Sensori manca la voce "Orientamento". Non ho avuto problemi con Google Maps perché evidentemente gli altri sensori fanno bene il loro lavoro, ma onestamente può mancare una specifica del genere su un dispositivo da 500 euro?

Nei video di YouTube realizzati da alcuni colleghi potrete notare come il comportamento della fotocamera non abbia convinto appieno. Personalmente non considero la fotocamera un elemento fondamentale per le mie esigenze per cui mi ritengo soddisfatto dei risultati ottenuti, dato che non ho grandi pretese. Tuttavia, di notte e con scarsa luminosità ci sono dei problemi e a 500 euro si trova il Galaxy S9 o il Galaxy S8 Plus che sono tra i migliori in assoluto.

Fondamentalmente è più soddisfacente l'esterno dello smartphone rispetto a quello che c'è all'interno. Come vedremo più avanti l'hardware è più che sufficiente per l'utilizzo quotidiano, ma non si può far pagare 500 euro per uno smartphone di fascia media. Poco importa che online si trovava qualche giorno fa a 349 euro. Per l'ennesima volta Motorola colloca la sua linea Moto Z in una fascia di prezzo sbagliata.

Voto: 4

Audio 

Niente di nuovo sotto il sole. L'audio esce solo dalla capsula auricolare, non è stereo e non è potentissimo. Si sente bene in chiamata e bene anche in cuffia, ma non è di certo un punto di riferimento del settore. Senza infamia e senza lode, ma a 499 euro ci sono prodotti che offrono molto di più.

Voto: 5

Fluidità, Stabilità e Reattività 

Piazzare uno smartphone con processore Snapdragon 636 a 499 euro è una cosa che non andava fatta (da qui il voto 4 alla sezione Materiali), ma il software Android 99% stock con le personalizzazioni Motorola è davvero fantastico. La cosa che mi ha soddisfatto è proprio la fluidità di questo sistema. Nel caso del Moto Z di prima generazione furono necessari diversi aggiornamenti per farlo diventare fluido, veloce, stabile e reattivo oltre ad ottimizzare i consumi. Nel caso di Motorola Moto Z3 Play, invece, il software è già perfettamente funzionante. Mai un crash, un bug, un riavvio improvviso, consumi in standby nulli e un ottimizzazione da Nexus o Pixel.

Voto: 10.


Autonomia 

1° ciclo di ricarica


2° ciclo di ricarica


3° ciclo di ricarica


4° ciclo di ricarica

5° ciclo di ricarica



Gli screenshot parlano da soli: qui i passi in avanti rispetto al Moto Z di prima generazione sono tantissimi e si superano abbondantemente le 6 ore di display attivo praticamente in ogni condizione. Se poi dovessimo aggiungere anche il Power Mods in dotazione l'autonomia basterebbe anche per due giorni di uso intenso.

Per cui arriva il secondo 10.

Voto: 10



Motorola Moto Z3 Play può essere acquistato qui:





Sistema operativo e interfaccia 

Come anticipato nella sezione "Fluidità, stabilità e reattività" abbiamo a bordo Android stock con la personalizzazione Moto. Lo smartphone arriva con a bordo Android 8.1 Oreo e le patch di sicurezza di aprile.



Da possessore di Moto X di prima generazione e poi di Moto Z di prima generazione, ritengo la personalizzazione di Motorola la migliore in assoluto su Android dopo quella dei Nexus/Pixel. La preferisco sicuramente alla OxygenOS di OnePlus ad esempio perché Motorola ci mette del suo con delle funzionalità che non troviamo altrove.



Questo perché di base troviamo Android stock nudo e crudo completamente personalizzabile in base alle esigenze dell'utente, ma con l'applicazione Moto arrivano funzionalità smart extra che sono davvero fantastiche e semplici da usare come le Moto Action tra cui troviamo le gesture per avviare la torcia e la fotocamera.



C'è poi Moto Display che è da sempre il miglior ambient display disponibile su Android. Con Moto Z3 Play è stato migliorato ulteriormente e non solo ci permette di aprire velocemente le applicazioni ma anche di rispondere ai messaggi a schermo bloccato. Mi è capitato di ricevere una notifica su WhatsApp e di inviare una risposta rapida senza dover neppure accendere il display. Vi assicuro: se ricevete tante notifiche in un giorno questa sarà una funzionalità che vi mancherà quando utilizzerete un altro smartphone.

E poi c'è Moto Voice. Motorola in questo campo era avanti anni luce già con il primo Moto X ed anche se oggi c'è Google Assistant, ci sono alcune funzionalità più smart rispetto all'Assistente di Google.

Tutte queste funzionalità extra non appesantiscono minimamente il sistema ma ne migliorano l'esperienza d'uso.

Non è un caso che per sostituire il mio Moto Z 2016 ho dovuto attendere il rilascio di un nuovo Moto Z, perché le funzionalità Motorola sono un po' come le funzionalità di un Samsung Galaxy Note. Una volta provate, fai fatica ad usare altre interfacce. Dal mio entusiasmo per Android stock e l'interfaccia Motorola capirete quindi perché alla fine non rimango mai completamente soddisfatto dagli smartphone e tablet Xiaomi con MIUI.

Voto: 10



Motorola Moto Z3 Play può essere acquistato qui:





Applicazioni di sistema 

Ad eccezione dell'applicazione Moto e di qualche applicazione di Google (alcune le ho dovute installare manualmente dal Play Store) non c'è nessun'app inutile. Credo sia chiaro che Android stock per me dovrebbe essere obbligatorio per legge quindi avrete già capito dove voglio andare a parare.

Voto: 10.




Motorola Moto Z3 Play può essere acquistato qui:





Connettività 

Manca la bussola, manca il jack audio (e qui non c'è la scusa della mancanza di spazio come su Moto Z 2016 dato che lo spazio ci sarebbe stato), manca la radio FM. C'è tutto il resto grazie alla presenza di un processore poco potente ma che appartiene all'ultima generazione di CPU Qualcomm e quindi c'è il Bluetooth 5.0. Ottima la ricezione del Wifi e del segnale 3G/4G di Iliad che mi pare anche migliore rispetto al mio Moto Z 2016 (che era già ad un livello di eccellenza). Peccato per alcune lacune che non avrebbero avuto motivo di esserci.

Voto: 6

Dotazione di sistema 


Motorola Moto Z3 Play in realtà si chiamerebbe "Motorola Moto Z3 Play Power" perché il Power Mod è incluso in confezione. Indubbiamente quello che si vorrebbe far passare per regalo è il motivo principale per cui Motorola se ne è uscita fuori con quei 499 euro al lancio. Comunque la dotazione è molto ricca e comprende anche il caricabatterie Turbo Charge e delle cuffie in-ear di qualità sicuramente superiore a quelle in dotazione con Moto Z 2016. Però in questo caso non troviamo il Mod Shell e il bumper. Poco male, la confezione è molto ricca.

Voto: 8

Prezzo


499 euro al lancio. Io l'ho acquistato a 349 euro su Amazon, a distanza di un mese circa dal lancio sul mercato e quindi è un prezzo accettabile. Nel momento in cui scrivo la recensione il prezzo però è tornato a 399 euro. Qui c'è poco da fare e da dire: se si parte con un prezzo alto ci vorranno alcuni mesi prima che si possa acquistare questo dispositivo a meno di 300 euro, una fascia di prezzo dove diventerebbe un best buy assoluto.

Ma mentre Motorola Moto Z3 Play è appena arrivato sul mercato, alcuni top di gamma hanno già iniziato a svalutarsi e così la fascia dei 500 euro oggi vede smartphone come OnePlus 6, Sony Xperia XZ2, Samsung Galaxy S9, Samsung Galaxy S8 Plus, Huawei Mate 10 Pro ed LG G7.

Motorola Moto Z3 Play, invece, può confrontarsi con Nokia 7 Plus, Xiaomi Redmi Note 5, Samsung Galaxy A8 2018 che sono tutti disponibili online a circa 300/330 euro o anche meno nel caso del Redmi Note 5.

Voto: 4



Motorola Moto Z3 Play può essere acquistato qui:




Voto finale: 7,6

La scheda tecnica e il prezzo non coincidono. Ma un posizionamento sbagliato nel mercato ed una scelta infelice per quanto riguarda processore e fotocamere non annullano il comportamento di uno smartphone affidabile, piacevole da utilizzare e finalmente con un'autonomia notevole. Il display è un piacere per gli occhi e grazie alla modalità notturna si presta anche all'uso come mini tablet.

Motorola Moto Z3 Play poteva essere uno smartphone quasi perfetto. Non lo è se avete bisogno di un'ottima qualità fotografica o se vi piace giocare. Ma per tutti gli altri è uno smartphone davvero consigliato. Certo, non a 499 euro. Ma dai 349 euro in giù può essere tranquillamente preso in considerazione.

Ovviamente nelle prossime settimane continuerò a monitorare le variazioni sul prezzo e chissà che nel giro di qualche settimana Motorola Moto Z3 Play non finisca nella mia classifica dei migliori smartphone da comprare per fascia di prezzo.