mercoledì 5 marzo 2014

Motorola Moto X: considerazioni sull'autonomia dopo un mese dall'acquisto




È passato ormai quasi un mese dall'acquisto del mio Motorola Moto X del quale vi ho parlato in vari articoli, tra prime impressioni, recensioni e focus vari. Oggi aggiungo alcuni elementi interessanti dedicati all'autonomia.
Dopo una ventina di cicli di ricarica e una serie di risultati sempre uguali posso confermare che in qualunque condizione di utilizzo, si arriva a fine giornata.

I due screenshot che vedete qui sopra fanno riferimento ad un uso leggermente più intenso del solito: 4 ore di schermo attivo di cui due di riproduzione video. Circa 3 ore di connettività 3G, 20 minuti di Google Maps, notifiche a non finire tra social network, email. Circa due ore di modalità aereo alle quali però sono seguite navigazione web con Google Chrome (un'oretta buona) e circa 20 minuti su Youtube Varie applicazioni in background, tra cui Motorola Connect, e Active Display disattivato dalle 23:00 alle 09:00.

In un altro giorno ho fatto le stesse ore di autonomia con un un utilizzo più tranquillo in generale ma con due ore di chiamate su Skype.

Ed ora alcune considerazioni e trucchi per aumentare l'autonomia. Ho notato che quando il Moto X viene ricaricato tramite PC tende a scaricarsi più rapidamente. Non chiedetemi da cosa dipenda questo, perché non ne ho idea. Fatto sta che ho verificato questa cosa per tre giorni di fila. Se lo ricaricate tramite presa di corrente, oltre a ricaricarsi molto prima, supererete tranquillamente le 20 ore di autonomia.

Cosa consuma di più su Moto X? L'active display, la modalità always listening e la geolocalizzazione. Se non dovete utilizzare Google Maps, disattivate la geolocalizzazione. Molte applicazioni la richiedono inutilmente ma questo è un inutile consumo di batteria.

La modalità always listening di fatto genera un consumo irrilevante ma dato che comunque consuma un po' è consigliabile spegnere il telefono di notte perché altrimenti la mattina la percentuale di batteria scende drasticamente. Ovviamente la questione non si pone se ricaricherete il telefono di notte.

Sempre di notte, a meno che il telefono sia in modalità ricarica, è indispensabile disattivare l'active Display perché se andate a dormire alle 23:00 e alle 23:15 vi arriva una notifica il telefono lampeggerà tutta la notte inutilmente con un dispendio di energia che pagherete la mattina.

Quindi, i consigli fondamentalmente si riducono a due: disattivare la geolocalizzazione quando non serve e ricaricare il telefono di notte. Con questi due piccoli accorgimenti non avrete nessun problema di autonomia durante la giornata, indipendentemente dal vostro tipo di utilizzo.


Ecco le mie recensioni:

Recensione Motorola Moto X - Il blog di Alessio fasano

Motorola Moto X: la recensione di Androidblog.it

Motorola Moto X: la mia recensione su Amazon