lunedì 25 novembre 2013

Come sbloccare il root su Asus Fonepad Note 6 - How to root Asus Fonepad Note 6




Dopo averlo recensito in questo articolo ho creato una guida su come sbloccare il root su Asus Fonepad Note 6. Il root funziona in modo strano: tutte le funzionalità root vengono eseguite ma non è richiesto il passaggio da Superuser per consentire le operazioni. Tuttavia, sono riuscito a disinstallare alcune applicazioni di sistema con Titanium Backup, ad avviare Rom Manager e ad installare Adfree. Quickboot, invece, non sembra dare segni di vita.

La procedura che segue è collaudata dal sottoscritto ed è stata effettuata su Linux Xubuntu. Se qualche sviluppatore riesce ad adattarla anche per Windows mi contatti pure via e-mail che provvederò ad inserire anche la procedura per il sistema operativo di Microsoft.

Requisiti:
-un PC con Linux Ubuntu/Xubuntu/Kubuntu,ecc
- Asus Fonepad Note 6
-cavo micro USB
-SDK Android




Salterò tutta la procedura legata all'installazione sul vostro PC dell'SDK Android. Per chi ha dubbi al riguardo consiglio di leggere attentamente questa mia guida: http://www.alessiofasano.com/2013/02/come-installare-android-sdk-su-linux-ubuntu.html

Iniziamo. La prima cosa da fare ovviamente è abilitare il debug USB nelle Impostazioni Sviluppatore del device. Se non sapete come sbloccarle leggete questa guida: http://www.alessiofasano.com/2012/12/come-ripristinare-opzioni-sviluppatore-android-42-jelly-bean.html

Ora, portatevi all'interno della cartella platform-tools dell'SDK e aprite un terminale. Digitate

sudo ./adb devices

Al 99% dei casi il comando restituirà la stringa ???????????   no permissions 

Se vi viene fuori questa schermata passate alla fase 1 se invece il computer vi restituisce una stringa con un codice identificativo del vostro device tipo

List of devices attached 
000000XXXXXXX111  device   passate direttamente alla fase 2


Fase 1

Digitate sul terminale la schermata

lsusb

Dovrebbe venirvi fuori un risultato come questo:


Bene. Prendete nota del primo numero ID di AsusTek Computer (nel mio caso 0b05) e appuntatevelo da qualche parte.

Digitate nel terminale

sudo gedit /etc/udev/rules.d/50-android.rules 

e scriviamo (dove 0b05 è il primo della coppia di numeri trovati prima):

SUBSYSTEM=="usb", SYSFS{idVendor}=="0b05", MODE="0666" 

Ora digitate nel terminale

sudo gedit /etc/udev/rules.d/90-android.rules 

e scriviamo (dove 0b05 è il primo della coppia di numeri trovati prima):

SUBSYSTEM=="usb", ATTR{idVendor}=="05b05", MODE="0666" 

Chiudete e salvate.
Ora digitate:

sudo chmod a+rx /etc/udev/rules.d/50-android.rules 
sudo chmod a+rx /etc/udev/rules.d/90-android.rules 

Riavviamo udev:

sudo /etc/init.d/udev restart 

Spostiamoci dal terminale nella cartella tools dell'SDK.

Riavviamo ADB:

sudo ./adb kill-server 

Controlliamo di nuovo:

sudo ./adb devices 

Dovremmo ora avere un risultato tipo:

List of devices attached 
0000001111111XXXXXXXX device

Bravi. Avete superato la prima fase e potete passare alla

Fase 2

Ora che il vostro smartphone è in grado di "comunicare" con il vostro PC non dovremo fare altro che fargli installare il pacchetto su

E qui mi è venuto in aiuto Cydia Impactor che potete scaricare qui: http://www.cydiaimpactor.com/

Vi verrà fuori un archivio zip. Estraetelo e lanciate il file eseguibile. Deve venirvi fuori questa riga di comando di Cydia Impactor: #drop SuperSu to /system/xbin/su


Cliccate su Start e attendete che la procedura venga ultimata.

Ora se tutto è andato a buon fine quando andrete ad avviare Root Checker sul vostro Asus FonePad Note 6 dovrebbe venirvi fuori questa schermata:


Update del 22 dicembre 2013: attenzione, con l'aggiornamento Firmware 10.16.1.33.2 (sempre Android 4.2.2 Jelly Bean) questo metodo per sbloccare il root non funziona più, quindi se volete mantenere il root non effettuate l'aggiornamento.