lunedì 25 novembre 2013

Recensione Asus FonePad Note 6




Oggi recensisco il mio nuovo phablet Android: Asus FonePad Note 6. In Rete cominciano a circolare recensioni che purtroppo partono da un principio di fondo completamente sbagliato: quello di paragonare l'Asus Fonepad Note 6 al Samsung Galaxy Note 3. Ribadisco un concetto che ho già espresso altrove:  mentre il Galaxy Note 3 è uno smartphone con display molto grande e un pennino, il Fonepad Note 6 è un tablet con display molto piccolo, pennino e funzionalità 3G.

Sicuramente Asus FonePad Note 6 non è esente da difetti e in questa recensione li farò emergere tutti perché il dispositivo non è in prova, l'ho comprato e quindi sarò onesto su pregi e difetti. Anzi, ho fatto di più: gli ho anche sbloccato il root : http://www.alessiofasano.com/2013/11/come-sbloccare-il-root-su-asus-fonepad-note-6.html (a quante pare sono stato il primo ad esserci riuscito come potete notare su XDA) Ora vediamo di analizzare Asus FonePad Note 6 nei dettagli:


DESIGN, DIMENSIONI E PESO

Si tratta di un dispositivo molto elegante esteticamente soprattutto nella parte anteriore. Il retro è in policarbonato ed è molto liscio e questo a volte non garantisce un'impugnatura sicura. Le dimensioni sono importanti: 164,8 x 88,8 x 10,3 mm. Al contrario di quello che si crederebbe non sono le dimensioni a creare problemi nell'uso quotidiano. Il device, infatti, entra tranquillamente nelle tasche dei pantaloni e e del giubbotto. Il vero neo del Fonepad Note 6 è il peso: 210 grammi. Si sentono molto durante le chiamate. Certo, se fate lunghe telefonate vi sconsiglio assolutamente di acquistare questo dispositivo. È un dispositivo che rientrerebbe nella categoria dei phablet ma la portabilità è leggermente migliore di un tablet da 7 pollici. Chi acquista un "padellone" come questo, Note 3, LG Optimus G Pro, Acer Liquid S2, ecc. sa a che cosa va incontro quindi Note 6 non fa né meglio né peggio dei suoi concorrenti. Un grandissimo neo del dispositivo è l'assenza del led di notifica. Si possono integrare altri sistemi visivi ma era meglio inserire un led.

 Voto: 5.5

-MATERIALI

Display non Gorilla Glass, retro in policarbonato. Finora non ho sentito nessun tipo di scricchiolio però l'ergonomia non è il massimo. Secondo me Asus doveva lavorare meglio sulla plastica posteriore per renderla più antiscivolo.

 Voto: 5.5

-DISPLAY

Qui bisogna perderci qualche minuto. Il display è di una qualità elevatissima (Display 1920×1080 full HD Super IPS+, 380 nits, 367 PPI). Eccezionale la luminosità: anche impostata al massimo permette un'ampia visuale in qualsiasi condizione di luce. Per chi è abituato ai display Amoled la differenza sarà notevole. Tuttavia, Asus ha fatto una cosa a mio avviso assurda: la risoluzione in termine di DPI è a dir poco imbarazzante. Tutte le icone, i caratteri ecc. hanno una dimensione esagerata, anche impostando i caratteri piccoli. È un vero peccato perché con un'impostazione diversa un 6 pollici potrebbe offrire molto di più. Urge al più presto una custom rom. Come voto direi 10 per qualità e luminosità, 5 per la questione dei DPI settati veramente malissimo.


 Voto: 7.5

-AUDIO

L'audio mi sembra buono. I doppi speaker anteriori ruberanno spazio alla cornice del display ma garantiscono un audio forte anche quando il device è appoggiato su una superficie piana. Le cuffie in dotazione sono di tipo in-ear e garantiscono un suono buono, anche se forse l'audio non è mai potentissimo in nessuna situazione.

Voto: 6

-FLUIDITÀ

In questo caso devo andare contro alle recensioni che ho letto finora su questo dispositivo. Premesso che lo smartphone di provenienza è un Galaxy Nexus moddato con l'ottima SlimBean e il fantastico kernel Mpokang, la prima volta che ho preso in mano il dispositivo mi sono quasi pentito di aver acquistato il dispositivo. In realtà il processore sembra essere ottimizzato per i consumi più che per le prestazioni. Ma il problema sta tutto nella UI, ottimizzata malissimo. Cambiamento radicale, dal giorno alla notte, se si sostituisce l'interfaccia Asus con il sempre ottimo Nova Launcher, il quale però vi farà perdere l'apertura automatica del SuperNote quando andate ad estrarre il pennino. Poco male, basta impostare il widget 4x5 in una schermata e avrete risolto.

Niente da dire, invece, per la navigazione web e per l'apertura di applicazioni pesanti. Asphalt 8 gira perfettamente, nonostante il processore sia un Intel Atom Z2580 con architettura x86. La potenza a disposizione è sempre sufficiente per ogni esigenza

Voto: 7 (8 con Nova Launcher) 

-AUTONOMIA

Al di là di quelle che possono essere le recensioni che troverete in giro, il mio uso intensissimo (diverse ore di navigazione con chrome, notifiche a non finire ad ogni ora del giorno, connettività sempre aperte e in alcuni casi anche 3G per alcune ore di fila, la batteria dura tutta la giornata (07:00-21:00) con tranquillità. Se si imposta la modalità risparmio energetico al massimo e lo utilizzate solo per chiamate e messaggi e lo lasciate spesso in tasca secondo me può arrivare anche ad una giornata e mezza (due disattivando del tutte le connettività dati). Credo che sia la prima volta da quando utilizzo uno smartphone Android che supero le 4,5 ore di utilizzo prima di mettere in crisi la batteria. Quindi mi ritengo pienamente soddisfatto.

 Voto: 10 e lode

-SISTEMA OPERATIVO E INTERFACCIA

La versione del sistema operativo Android è la 4.2.2 Jelly Bean. Da quando ho ricevuto il dispositivo sono già arrivati due aggiornamenti ufficiali che a dire il vero non hanno migliorato un granché. L'interfaccia è troppo lenta. Alla fine non ho potuto fare a meno di sostituire la Asus UI con il ben più performante Nova Launcher. Il dispositivo non è ancora ufficialmente in vendita e quando questo avverrà probabilmente sarà già passato più di un mese dalla presentazione di Android 4.4 Kitkat. Il Galaxy Note 3 è uscito sul mercato con Android 4.3 Jelly Bean.

Voto: 5

-APPLICAZIONI DI SISTEMA

Ci sono molte applicazioni utili implementate da Asus ma trovo assurdo inserire Facebook per Android come app di sistema ed inserire Flipboard, Google Play Edicola, Press Reader e Zinio insieme. Tra le app di sistema però c'è SuperNote, la chicca di questo Fonepad Note 6, c'è una modalità Protezione Genitori e l'Asus Cloud Storage. C'è anche la Radio FM.

 Voto: 6

-CONNETTIVITÀ

Eccezionale in 3G: passa da Edge a Umts ad HSDPA senza dare nell'occhio, velocemente e senza rallentare la connessione. Prende benissimo dappertutto con Wind e anche con una sola tacchetta di segnale si naviga tranquillamente. Buono in Wifi: prende molto bene, in media sempre una o addirittura due tacchette in più rispetto al mio Galaxy Nexus. Purtroppo, tende a disconnettersi con facilità quando ci si allontana troppo dal modem. In compenso recupera subito appena ci si riavvicina.

Voto:8

-FOTOCAMERA

Partiamo dal presupposto che il Fonepad è per il 70% tablet e per il 30% smartphone, abbiamo a disposizione una fotocamera posteriore da 8 MP e una anteriore da 1,2 MP. Manca il flash led. Chi compra questo dispositivo non lo fa per scattare foto. D'altronde Nokia è anni luce avanti in questo campo e anche essa dispone di un phablet in listino quindi consideriamo la fotocamera per quello che è, lasciando perdere la concorrenza. Le foto sono discrete in presenza di buone condizioni di luce ma non aspettatevi grandi cose.

Voto: 6 

-DOTAZIONE DI SISTEMA

Standard: Cavo micro USB. manualistica varia, caricabatterie e cuffie in-ear Per essere un dispositivo che punta tutto sul prezzo, è comunque apprezzabile l'inserimento delle cuffie (di buona qualità) nella scatola 

Voto: 6

-PREZZO

399 euro per la versione 16 GB Garanzia Italia. Con garanzia Europa l'ho acquistato a 364 euro. Diciamo che il prezzo è il punto di forza del dispositivo. Come ho scritto nella recensione su Amazon, Il Fonepad Note 6 è il Nexus 5 dei phablet. I difetti ci sono e li ho evidenziati ma il prezzo è veramente il migliore in assoluto nella categoria dei phablet e non ha rivali per rapporto qualità/prezzo 

Voto: 9

VOTO FINALE: 6.5 

Conclusioni: 

Asus Fonepad Note 6 è consigliato a:

-a chi necessita di un phablet Full HD e non vuole spendere molto 

-a chi necessita di un phablet con pennino per prendere appunti
-a chi necessità di un tablet con ampia portabilità
-a chi vuole un prodotto Android che metta fine ai soliti problemi di autonomia

Asus Fonepad Note 6 è sconsigliato a:


-a chi si aspetta di trovarsi davanti un Galaxy Note 3. Desistete. Il Fonepad Note 6 è un prodotto differente.

-agli amanti del modding. Sono riuscito a sbloccare il root ma non c'è ancora alcun tipo di supporto dalla community di sviluppatori. Il Fonepad Note 6 al momento non si può moddare.
-a chi cerca un dispositivo comodo e portabile. Fonepad Note 6 pesa tanto ed è enorme se paragonato ad uno smartphone
-a chi è un fanboy Samsung. I prodotti Samsung nel bene e nel male sono diversi da tutti gli altri. La gamma Galaxy Note è unica. Se non potete rinunciare al display Amoled e all'interfaccia Touchwiz ma volete spendere quanto un Asus Fonepad Note 6 è meglio che acquistiate un Galaxy Note 2 (stesso prezzo online).

Attualmente Asus Fonepad Note 6 è disponibile solo su Amazon Italia: 




Infine, ecco una galleria di screenshot: