giovedì 6 dicembre 2018

Moto Z: disponibile la LineageOS 16.0 Unofficial





Dopo le patch di sicurezza di settembre 2018 ricevute qualche settimana fa non sono arrivati altri update su Lenovo/Motorola Moto Z 2016. In realtà questo smartphone continua ad essere molto aggiornato per quanto riguarda le patch di sicurezza dato che anche gli altri smartphone Motorola in commercio sono fermi alle patch di settembre.

La cosa certa però è che Moto Z non sarà aggiornato ad Android 9.0 Pie. Per cui se siete in possesso di questo smartphone avete due possibili strade: fare come il sottoscritto che si terrà il suo Moto Z fermo ad Android 8.0 Oreo oppure ricorrere al modding.

Qualora preferiste la seconda opzione potete sbloccare il bootloader del vostro Moto Z, installare la TWRP e flashare la LineageOS 16.0 Unofficial che si trova su XDA.


Personalmente ho chiuso con il modding dopo le esperienze tutt'altro che positive avute su OnePlus 3 (oltretutto proprio nel periodo del passaggio dal CyanogenMod a LineageOS) fondamentalmente per due motivi: il primo riguarda Google Pay. Mi pare davvero assurdo rinunciare a questa funzionalità proprio ora che questo sistema di pagamenti è arrivato in Italia.

Non ho ancora avuto modo di provarlo perché i punti vendita compatibili non sono ancora molti ma ho ricevuto proprio ieri la carta Hype ed oggi Unicredit ha annunciato la compatibilità delle sue carte con Google Pay, quindi qualcosa si sta muovendo in questa direzione.

Il secondo motivo riguarda forse l'unico vero problema di Motorola Moto Z, ossia l'autonomia. Dopo una serie di aggiornamenti Motorola è riuscita a trovare la quadra introducendo una gestione di Doze davvero perfetta, grazie alla quale i consumi in standby sono quasi del tutto nulli.


Con un uso intenso, tuttavia, non si possono fare miracoli perché il processore consuma molta batteria, il display ha una risoluzione altissima e la batteria è di soli 2600 mAh. Nel mio caso ormai supero con difficoltà le 2/3 ore di display attivo (c'è da dire che lo smartphone ha più di un anno alle spalle) ma proprio grazie alla gestione perfetta dei consumi in standby riesco ad utilizzare Moto Z senza problemi nelle mie giornate quotidiane.

Installare una custom rom ancora sperimentale significa rischiare di peggiorare i consumi a tal punto da rendere lo smartphone quasi inutilizzabile. Oltreuytto con le custom rom viene spesso meno il supporto ai Moto Mods.

Nel caso della LineageOS potrete utilizzare comunque il Moto Power Mod ma solo per ricaricare lo smartphone (la modalità intelligente non funziona).

Insomma, chi utilizza Moto Z come smartphone principale dovrebbe valutare attentamente questi due aspetti. Tutti gli altri possono avventurarsi in questo mondo dando un'occhiata al thread dedicato su XDA.