domenica 20 agosto 2017

Oukitel C5 PRO: 6 mesi dopo conviene ancora?




A causa di problemi tecnici con il Samsung Galaxy A3 2017 (probabilmente innescati dalla poca memoria di archiviazione a bordo) ho rimesso in funzione un paio di giorni fa il vecchio "muletto" Oukitel C5 PRO (qui trovate la mia recensione) che era finito nel cassetto per diversi mesi fa.


A distanza di circa sei mesi, vale ancora la pena di acquistare questo smartphone come muletto o dispositivo di emergenza? Bisogna fare alcune considerazioni:

1) prestazioni nel tempo. 

Ancora una volta Android stock vince sulla personalizzazione proprietaria.

Il mio Galaxy A3 2017 ad esempio dopo quattro, cinque mesi ha incominciato ad avere prestazioni rallentate con lag notevoli che mi obbligavano a riavviare il dispositivo almeno una volta al giorno e a liberare la memoria più volte.

Invece, accendo Oukitel C5 PRO per la prima volta dopo mesi, ovviamente dopo averlo messo sotto carica, e dopo una marea di aggiornamenti quasi ci posso mettere a cuocere la pasta ma una volta finiti gli update lo smartphone è pronto e reattivo come al day one.


Il processore Mediatek MT6737 abbinato a 2 GB di RAM garantisce una fluidità accettabile nell'uso quotidiano per chi come me nonostante un uso molto stressante, alla fine non utilizza app molto pesanti come giochi ecc.

Per cui sotto l'aspetto delle prestazioni nel tempo Oukitel C5 PRO è promosso assolutamente. Le prestazioni sono tutt'altro che eccezionali ma di sicuro non peggiorano nel tempo.

2) che fine ha fatto l'aggiornamento a Nougat?


Ad oggi, 20 agosto 2017, questa è la situazione: Android 6.0 Marshmallow con patch di sicurezza ferme al mese di dicembre scorso e nessun aggiornamento OTA in vista.

Facendo una ricerca su Google ho trovato un sito che contiene alcuni firmware per questo smartphone. Vi lascio il link qui se volete dare un'occhiata: https://www.needrom.com/category/oukitel/c5-pro/



Onestamente a me non va di mettermi a smanettare con il modding, oltretutto su un dispositivo che di certo non si presta a questo tipo di operazioni a causa del processore Mediatek.

Quindi per un utente che intende limitarsi agli aggiornamenti OTA la situazione è molto semplice: Oukitel C5 Pro non riceve aggiornamenti OTA da più di sei mesi.


Domani verrà presentato e rilasciato Android 8.0 quindi fate le vostre considerazioni, tenendo conto che questo è uno smartphone da usare come muletto e non certo come smartphone principale.

3) svalutazione nel tempo

Questo smartphone l'ho comprato a 79 euro su Amazon oltre sei mesi fa e costa ancora 79 euro sullo stesso sito.

Intanto Oukitel ha lanciato diversi smartphone, alcuni meno potenti ma aggiornati a Nougat (Oukitel C5), alcuni con display più grande (Oukitel U7 Plus) ed altri con specifiche nettamente superiori ma con prezzi che si aggirano sui 130/150 euro dove francamente c'è un mondo di smartphone migliori in casa Xiaomi e comunque con una cinquantina di euro in più ci sono proposte validissime con marchi più blasonati.


Alla fine secondo me Oukitel C5 PRO rimane lo smartphone Oukitel migliore per rapporto qualità/prezzo. Già a 110/120 euro mi orienterei su Xiaomi Redmi 4A.


4) Pregi e difetti dopo sei mesi

Come accennato nel punto 1, Oukitel C5 Pro non ha subìto un peggioramento delle prestazioni quindi i pregi e i difetti restano quelli riscontrati subito dopo l'acquisto.

Pregi:


  • presenza di due slot per la SIM (entrambi in formato micro) + uno slot per la microSD (ho testato due schede da 64 GB ciascuna e sono state riconosciute al volo)
  • presenza della banda 20. Per quanto la ricezione non sia uno dei punti di forza di questo dispositivo, in una zona ben coperta potrete navigare con la rete LTE anche con Wind. 
  • prestazioni accettabili. Nonostante la potenza a bordo non sia molta, lo smartphone non va quasi mai in affanno con le solite app che si usano quotidianamente (WhatsApp, Chrome, YouTube, Telegram, Netflix, Instagram funzionano perfettamente senza impuntamenti).
  • Android stock. Per chi come me non riesce a farsi andare giù interfacce come la MIUI, Oukitel è uno dei pochi produttori cinesi a non "farcire" i propri dispositivi di bloataware e funzionalità inutili per il nostro mercato. 

Difetti:


  • ricezione scarsa. Nonostante la presenza di tutte le bande europee, in zone critiche Oukitel C5 Pro prende meno rispetto ad altri smartphone. Nessun problema per quanto riguarda le chiamate, ma con Wind in quelle zone dove c'è lo switch continuo fra 3G e H+ rischiate di non navigare.
  • display dai colori slavati e poco oleofobico. D'accordo, sono un fan dei display AMOLED per cui gli schermi IPS per me sono inadeguati a prescindere dalla fascia di prezzo e in questo caso siamo ben al di sotto dei 100 euro quindi va apprezzato il fatto che la risoluzione sia almeno HD e che il touch sia preciso e senza impuntamenti.Però i colori sono poco vividi e il display trattiene ogni singola impronta.
  • fotocamere quasi inutilizzabili. Quasi tutti gli smartphone economici rinunciano a prestazioni fotografiche di qualità, ma in questo caso siamo ai limiti dell'usabilità. Se le condizioni di luce sono ottime, riuscirete a fare degli scatti accettabili per condividerli su Instagram. Altrimenti, lasciate pure lo smartphone in tasca.

Credo di aver detto tutto, quindi se siete arrivati a leggere fino a qui, sapete cosa aspettarvi in caso di acquisto di Oukitel C5 Pro.

Vi lascio il link su Amazon consigliandovi di verificare sempre che il prodotto sia almeno spedito da Amazon stessa per avere i canonici 30 giorni di tempo per un eventuale reso.