martedì 16 dicembre 2014

Smartphone cinesi: quali acquistare e quali no?




Smartphone cinesi: quali acquistare e quali no? Oggi risponderò ad una delle domande che spesso ricevo via email!


Chi vuole risparmiare sull'acquisto di uno smartphone ha generalmente tre possibilità: comprare un prodotto nuovo a fine carriera, comprare uno smartphone usato o comprare uno smartphone cinese.

L'opzione migliore a mio avviso resta la prima perché ad esempio ad oggi 16 dicembre 2014 possiamo acquistare smartphone come LG G2, Samsung Galaxy S4 e HTC One M7 a circa 300 euro con le offerte online.

L'opzione dello smartphone usato la sconsiglio generalmente a meno che non conosciate il proprietario del dispositivo e siate sicuri che il device sia stato trattato con cura. Inoltre il risparmio deve essere considerevole.

Resta l'opzione degli smartphone cinesi. Ad oggi mi rendo conto che c'è una generalizzazione penalizzante per alcuni produttori cinesi che lanciano prodotti di qualità e tra questi secondo me ci sono Huawei, Oppo, ZTE, Meizu e Xiaomi.

Lascerei perdere per il momento Oneplus non tanto per il dispositivo One quanto per problemi amministrativi: acquisto tramite invito fino a qualche giorno fa, rapporto con Cyanogenmod che procede fra alti e bassi (l'eventuale abbandono del famoso team di sviluppatori renderebbe One un dispositivo meno appetibile sul mercato). Diamo tempo alla società di assestarsi sul mercato ed espandere la rete distributiva.

Ora inserirò la lista dei migliori smartphone cinesi che potete acquistare con tranquillità partendo dal migliore per rapporto qualità/prezzo. Nel nome del prodotto è inserito il link ad Amazon Italia.




Questo smartphone costa 299 euro ed è uno dei pochi smartphone cinesi di alta fascia venduto direttamente da Amazon Italia. Honor è un marchio nuovo ma è di proprietà Huawei, un brand che in questi anni ha lanciato dispositivi dal buon rapporto qualità/prezzo nella fascia bassa e media. Honor 6 è un vero top di gamma.

Pro: dispositivo completo sotto il profilo hardware e software, venduto direttamente da Amazon Italia con possibilità di reso gratuito entro 30 giorni.

Contro: mancanza di NFC, batteria non removibile, mono sim. Peccato perché la variante cinese è dual sim e se fosse stata venduta ufficialmente in Italia Honor 6 sarebbe stato il primo vero top di gamma dual sim Android. 

In definitiva: consigliato assolutamente.




Lo Xiaomi Mi4 avrebbe le carte in regola per essere non solo uno dei migliori smartphone cinesi, ma uno dei migliori smartphone Android del 2014. Peccato per alcune mancanze: il supporto delle reti LTE (in arrivo nel 2015), la mancanza di NFC e della variante di colorazione nera.

Prezzo online: circa 360 euro tramite importatori cinesi per la versione da 16 GB. Un prodotto molto interessante ma poco competitivo a livello di prezzo. Allo stesso prezzo troviamo ad esempio LG G3 16 GB un po' dappertutto e con circa 50/70 euro in più si trova online il Galaxy S5 con Android 5.0 Lollipop in arrivo.

Consegnato? NI. A 300 euro se la giocherebbe con Honor 6 ma tra i due consiglierei proprio quest'ultimo.




Il predecessore di Xiaomi Mi4 è in questo periodo offerto a circa 250/270 euro online anche su Amazon. A mio avviso questo terminale è un "best buy" perché offre una scheda tecnica di alto livello (del tutto paragonabile a quella di un top di gamma 2013), connettività migliori rispetto al Mi4 e prezzo molto vantaggioso.

Contro: forma e dimensioni veramente mal ottimizzate. Il dispositivo sarebbe un 5 pollici ma le dimensioni finali sono paragonabili a quelle di un phablet. Utilizza sim standard: occhio agli adattatori sim.

Ottimo per gli smanettoni. Consigliato.

Ottimo smartphone nel 2013, oggi superato da Meizu MX4 e MX4 Pro. Occhio al prezzo: sui 300 euro potrebbe essere un ottimo smartphone ma non salite troppo perché altrimenti non varrebbe più la pena. Questo vale comunque non solo per gli smartphone cinesi ma anche per tutti gli altri smartphone Android: rimanete sempre sui 300/350 euro quando comprate uno smartphone a fine carriera e di cui esiste già in commercio un successore.



Saltate direttamente Meizu MX4 che sconsiglio assolutamente per la presenza di un processore Mediatek octa core: possibili aggiornamenti ad Android 5.0 Lollipop in tempi biblici e notevole dispendio di energia. Meizu MX4 Pro dovrebbe costare intorno ai 500 euro tramite importatori (in Cina costa 100 euro in meno), un prezzo elevato ma comunque giustificato da un comparto hardware di tutto rispetto e con uno dei migliori display IPS sul mercato per densità di pixel per pollice.

Diciamo che 500 euro è un prezzo giusto per il prodotto ma non competitivo. Con 80/100 euro in più si possono trovare offerte interessanti per il Galaxy Note 4.



Per utenti smanettoni può essere un ottimo prodotto. A seconda del rivenditore scelto potrebbe non essere dotato di Play Store e quindi può richiedere una certa esperienza con root, recovery e custom rom. Si trova a circa 270 euro e ha un hardware di tutto rispetto. La sigla Mini fa riferimento solo alla dimensione del display (da "soli" 5 pollici contro i 5,5 del fratello maggiore").


Per quanto riguarda Oppo, invece, al momento lascerei stare aspettando la prossima generazione di smartphone. Sia il Find 7a che il Find 7 sono degli ottimi smartphone ma ormai il rapporto qualità/prezzo non è più così favorevole come al lancio dei dispositivi che purtroppo essendo venduti solo dal portale oppostyle non hanno subìto nessun abbassamento del prezzo di vendita.

Ad oggi, 16 dicembre 2014, consiglierei Honor 6 a chi desidera un top di gamma a poco prezzo e con l'affidabilità della vendita diretta da Amazon Italia. Per i più smanettoni, invece, nonostante tutto il mio preferito resta lo Xiaomi Mi3.

Avete notato che in questa classifica non si scende al di sotto dei 250 euro e questo perché Android per fornire un'esperienza d'uso soddisfacente richiede requisiti hardware importanti. 

Se volete uno smartphone di buona qualità e sufficientemente performante a meno di 250 euro vi consiglio francamente di prendere in esame la possibilità dell'acquisto di un Nokia/Microsoft Lumia (qui trovate alcuni consigli per l'acquisto). Esistono prodotti interessanti cinesi anche a 100/150 euro ma vanno acquistati con la consapevolezza di non poterli minimamente paragonare a top di gamma. E da parte mia consiglio sempre di spendere un po' in più e comprare un prodotto di qualità piuttosto che andare al risparmio: come vedete sui 300 euro cominciano ad esserci ottimi prodotti pur senza dover spendere 600/700 euro.