lunedì 21 gennaio 2013

Grooveshark: come ascoltare musica in streaming online





La mia ricerca di un servizio musicale di streaming mi ha portato a conoscere tantissimi servizi online fino a che sono finito su Grooveshark.


Grooveshark al momento rappresenta una delle soluzioni migliori per ascoltare musica online. Non è difficile da utilizzare e difficilmente non riuscirete a trovare il vostro artista o il vostro brano preferito all'interno del vastissimo database nel quale confluiscono i dati di tantissimi utenti. E qui veniamo alla prima domanda che molti si pongono: Grooveshark è legale?

Grooveshark fondamentalmente ha la stessa legalità che potrebbe avere Youtube. In pratica, è il contenuto postato dagli utenti che al massimo potrebbe violare i termini di servizio. Detto ciò non è difficile da ipotizzare che la maggior parte dei brani presenti in archivio possa essere protetto da copyright.

Ora vediamo la questione dell'abbonamento mensile o annuale. Il pagamento che voi eventualmente andrete ad affrontare non è un sinonimo di legalità perché voi in questo modo potrete liberarvi della pubblicità (che comunque già con i filtri imposti da Adblock plus non visualizzate) e soprattutto potrete utilizzare comodamente anche i servizi offerti dalle applicazioni ufficiali per Android e per iOS.

Ne vale la pena? Sta a voi decidere se volete spendere 9 dollari al mese / 90 dollari all'anno per avere un servizio che su PC funziona anche gratis. Tecnicamente esisterebbe anche un metodo per scaricare i file presenti nell'archivio di Grooveshark per poterli poi caricare magari su Play Music, con la comodità di un'ottima applicazione gratuita, ma stiamo cercando una soluzione legale allo streaming musicale quindi non mi sembra il caso di parlarne.

Secondo me il più grande limite di Grooveshark è l'applicazione che richiede l'abbonamento. Perché il bannerino in evidenza non nuoce a nessuno, 9 dollari al mese per ascoltare musica che è stata caricata da utenti che non sappiamo dove l'hanno presa (quindi nessuno può garantirci che sia legale al 100%) è tutta un'altra cosa.

Qualcuno forse starà pensando che c'è un'applicazione mobile disponibile online. È vero, si tratta di html5.grooveshark.com ma non c'è confronto con l'applicazione ufficiale. Oltre al consumo di risorse non indifferenti (lancerete un live streaming all'interno di un browser, roba da bruciarvi la durata della batteria in meno di due ore) manca la riproduzione in background quindi vi toccherebbe lasciare aperta la pagina sul browser per ascoltare musica. Ho fatto alcuni test e sinceramente solo una volta e con il browser Chrome BETA per Android sono riuscito a tenere in riproduzione il brano pur uscendo fuori. Ma non è un granché, l'applicazione perde moltissimo.

In definitiva mi sento di dire che Grooveshark è ottima sul PC, piuttosto scadente in ambito mobile. Si può ottenere la stessa qualità del PC grazie all'applicazione che però ci obbliga a stipulare un abbonamento piuttosto costoso.