venerdì 25 giugno 2010

usare caselle mail temporanee


Nella maggior parte dei siti che visitiamo è richiesta la registrazione, e finchè parliamo di società serie (es. google, vodafone, etc.) non rischiamo di ricevere spam (posta indesiderata) ma se ci registriamo su siti che fanno della pubblicità il loro principale marketing oppure nei termini del servizio è prevista una newsletter, beh state pur certi che la vostra casella e-mail si riempirà di messaggi inutili e fastidiosi. Come risolvere il problema? Innanzitutto quando ci registriamo di solito riceviamo due e-mail: una in cui riceviamo il link di attivazione e un'altra in cui riceviamo la conferma dell'attivazione. L'intera procedura richiede generalmente pochi secondi. Di conseguenza possiamo usare le mail temporanee, cioè delle caselle e-mail che dopo alcuni minuti si autodistruggono. Io ne ho provate due: 10minutemail e tempmail La prima è in inglese e dura 10 minuti, la seconda è tutta italiana e dura 15 minuti e permette anche di scegliere un nome da assegnare alla nostra casella temporanea. Per il momento nessuna delle due permette di inviare e-mail ma solo di riceverne. Che dire? Non vi resta che provare!